Importanti Mobili, Arredi e Oggetti d'Arte, Porcellane e Maioliche

Importanti Mobili, Arredi e Oggetti d'Arte, Porcellane e Maioliche

giovedì 19 novembre 2015 ore 15:30 (UTC +01:00)
Lotti dal 49 al 72 di 180
Mostra
Cancella
  • QUATTRO PLACCHE, MANIFATTURA GINORI A DOCCIA, METà SECOLO XIX in...
    Lotto 49

    QUATTRO PLACCHE, MANIFATTURA GINORI A DOCCIA, METà SECOLO XIX
    in porcellana bianca a bassorilievo raffiguranti le Quattro Stagioni , dai modelli di Massimiliano Soldani Benzi.
    Primavera , cm 42,5x60; Estate , cm 42x58; Autunno , cm 41,7x59; Inverno , cm 42,3x60.

    Le placche con le Quattro Stagioni derivano direttamente dalla serie eseguita in bronzo da Massimiliano Soldani Benzi tra il 1708 e il 1711, su commissione del Gran Principe Ferdinando de’ Medici, i cui modelli in terracotta si trovano oggi al Museo degli Argenti di Firenze. Proprio da quei modelli furono tratte le quattro cere, tutt’ora conservate al Museo delle Porcellane di Doccia, utilizzate dalla Manifattura negli anni per la realizzazione delle placche.
    La produzione di placche istoriate è documentata nella manifattura fin dall’epoca del fondatore, e la fortuna di alcuni soggetti, come quelli de Le Stagioni , proseguì a lungo, con testimonianze fino al 1879. Tale produzione, eseguita nelle forme provenienti dalla bottega del Soldani o nelle repliche da esse, non permette di stabilire una datazione certa: essa può essere stabilita, seppure con molta approssimazione, solo grazie alla tecnica di esecuzione impiegata per la realizzazione e ai confronti stilistici con altri esemplari.
    Numerose sono le tracce di queste placche nelle fonti documentarie, tra cui nel noto Inventario dei Modelli della Fabbrica di Doccia si legge: “N. 41 bassorilievo quadro rappresentante la Primavera. Di Massimiliano Soldani. L’originale è nel Palazzo dei Pitti, con le sue forme… N. 43 Un bassorilievo quadro rappresentante l’Estate. Di Massimiliano Soldani. Di cera con forma. L’originale è ne Pitti… N. 49 Un bassorilievo rappresentante l’Autunno. Di Massimiliano Soldani, con Sue forme… N. 51 Un bassorilievo rappresentante l’Inverno. Di cera. Di Massimiliano Soldani, con sue forme, l’Originale è nel Palazzo De Pitti…”. Le relative forme, che risultavano assai grandi per il numero dei pezzi ed erano riposte nella così detta Stanza dell’Andito a Tramontana , venivano descritte così: “N. 33 A questo numero vi son quattro forme di Bassirilievi delle 4 Stagioni. Il p.mo La Primavera Pezzi 24.

  • LUMIERA, SECOLO XIX in bronzo decorato a perline e fiori con pendenti in...
    Lotto 50

    LUMIERA, SECOLO XIX
    in bronzo decorato a perline e fiori con pendenti in cristallo trasparente e viola, a un palco con otto bracci ricurvi, complessive otto luci, decorata nella parte superiore con una corona stilizzata, cm 90x67

  • SPECCHIERA, TOSCANA, INIZI DEL SECOLO XIX in legno dipinto nei toni del verde...
    Lotto 51

    SPECCHIERA, TOSCANA, INIZI DEL SECOLO XIX
    in legno dipinto nei toni del verde e dorato; cornice rettangolare profilata da motivo dentellato, cimasa a raggera sormontata da fregio scolpito a nastro su fascia tripartita decorata da motivi fitomorfi dorati con fregi vegetali che ricadono lungo i fianchi, piedi a ricciolo, cm 175x75

  • TAVOLO DA CENTRO, ITALIA CENTRALE, INIZI SECOLO XIX in noce intarsiato in...
    Lotto 52

    TAVOLO DA CENTRO, ITALIA CENTRALE, INIZI SECOLO XIX
    in noce intarsiato in mogano, ebano e legni vari; sul piano una riserva rettangolare profilata da cornice a greca inquadra le tre virtù teologali, Fede, Speranza e Carità con la scena dell''incoronazione di Pio VII, avvenuta a Venezia nella Basilica di San Giorgio Maggiore durante il conclave del 1799-1800; bordi esterni del piano decorati da motivo a greca, fascia centrale intarsiata con raffigurazioni di monumenti romani come San Pietro fuori le mura e San Giovanni Laterano ; gambe troncopiramidali, cm 73x100x79

  • Auguste Breul GRANDE CANDELABRO, PARIGI, 1855 CIRCA in bronzo dorato a dodici...
    Lotto 53

    Auguste Breul
    GRANDE CANDELABRO, PARIGI, 1855 CIRCA
    in bronzo dorato a dodici luci. Su una pedana liscia triangolare poggiano tre zampe ferine che sorreggono un''alta base, decorata agli angoli da foglie accartocciate e sui tre lati da ricchi fregi vegetali e costolature baccellate. Dalla base si erge una colonna centrale interamente decorata a motivi vegetali, e circondata da tre tralci a tutto tondo impreziositi da altrettante figure di putti con coppe e grappoli d''uva, sulla quale poggia l''alzata, decorata tutt''intorno da motivi vegetali e grappoli d''uva: dal suo interno si diaprtono dodici bracci portacandela di forma sagomata. Sulla base reca il punzone AUGUSTE BREUL - RUE DE LANCRY N. 5 - A PARIS , alt. cm 84, diam. cm 54

  • QUATTRO SCULTURE, MANIFATTURA GINORI A DOCCIA, SECONDA METÀ DEL SECOLO...
    Lotto 54

    QUATTRO SCULTURE, MANIFATTURA GINORI A DOCCIA, SECONDA METÀ DEL SECOLO XIX
    in porcellana bisquit raffiguranti il Crepuscolo , l'' Aurora , il Giorno e la Notte, dalle sculture eseguite da Michelangelo per i sepolcri monumentali dedicati a Lorenzo Duca d''Urbino e Giuliano Duca di Nemours nelle Cappelle Medicee in San Lorenzo a Firenze. I modelli di due di queste sculture si trovano nel camino monumentale realizzato da Gaspero Bruschi nel 1754 e oggi conservato presso il Museo della Manifattura di Doccia a Sesto Fiorentino (Firenze), cm 45x55x30 (4)

    Bibliografia di confronto
    A. Biancalana, Porcellane e maioliche a Doccia. La fabbrica dei marchesi Ginori. I primi cento anni , Firenze 2009, pp. 53-54

  • COPPIA DI CASSETTONI, BOTTEGA MAGGIOLINI, MILANO, FINE SECOLO XVIII in noce...
    Lotto 55


    COPPIA DI CASSETTONI, BOTTEGA MAGGIOLINI, MILANO, FINE SECOLO XVIII
    in noce intarsiato in varie essenze, sottopiano decorato a motivo ad ovoli, un cassetto nella fascia con tralci vegetali, due cassetti sottostanti decorati da riserva ovale all''interno della quale è raffigurata una scena con contadini entro architetture, fianchi con analoghe riserve entro cui sono intarsiate architetture. Profili a tralci fitomorfi, piani in marmo giallo, gambe troncopiramidali, cm 88x124x58 (2)


  • COPPIA DI POLTRONE, PIEMONTE, PERIODO LUIGI XVI in legno intagliato e...
    Lotto 56

    COPPIA DI POLTRONE, PIEMONTE, PERIODO LUIGI XVI
    in legno intagliato e laccato; schienale con cartella ovale in paglia di Vienna, braccioli a giorno, gambe troncopiramidali scanalate con attacco a dado centrato da dischetto, seduta rivestita da cuscino in velluto, alt. cm 97 (2)

  • CASSETTONE A RIBALTA, VENETO, SECONDA METÀ DEL SECOLO XVIII in noce e...
    Lotto 57

    CASSETTONE A RIBALTA, VENETO, SECONDA METÀ DEL SECOLO XVIII
    in noce e radica di noce, fronte di linea mossa con tre cassetti e uno più sottile sotto la fascia, sportello a ribalta celante quattro cassetti disposti su due colonne separate da sportello arcuato, base modanata su piedi a mensola, cm 107x118x60

  • SPECCHIERA, PIEMONTE, SECOLO XVIII in legno intagliato e dorato di forma...
    Lotto 58

    SPECCHIERA, PIEMONTE, SECOLO XVIII
    in legno intagliato e dorato di forma sagomata, cornice con doppio bordo decorata a motivi vegetali e volute fogliacee con cimasa centrata da conchiglia, piedi a volute, cm 165x110

  • PICCOLO SECRETAIRE, ATTRIBUITO A GIUSEPPE MAGGIOLINI, MILANO, FINE DEL SECOLO...
    Lotto 59


    PICCOLO SECRETAIRE, ATTRIBUITO A GIUSEPPE MAGGIOLINI, MILANO, FINE DEL SECOLO XVIII
    in noce intarsiato in legno di rosa, tulip è , palissandro, amarena, acero e bosso, fronte ad uno sportello ed un cassetto decorati rispettivamente da vaso di fiori con tralci vegetali e girali floreali, analoghi decori sui fianchi, profili a fregi fitomorfi, piano in marmo grigio incassato in cornice decorata a motivi trilobati, gambe troncopiramidali scanalate, interno con segreti, cm 102x56x60

    Bibliografia:
    La bottega dei Maggiolini, a cura di C. Olivares, Milano 1988, pp. 15-16




  • CAFFETTIERA , CASTELLI D’ABRUZZO, BERARDINO GENTILI ATTR., SECONDA...
    Lotto 60

    CAFFETTIERA , CASTELLI D’ABRUZZO, BERARDINO GENTILI ATTR., SECONDA METÀ DEL SECOLO XVIII CIRCA
    in m aiolica decorata in policromia e dorature. La caffettiera mostra un corpo piriforme su basso piede ad anello, con beccuccio e ansa dal profilo arrotondato. Il coperchio è a calotta con presa leggermente cuspidata. Il decoro interessa l’intera superficie del corpo con una raffigurazione di due giovani pastori seduti presso un albero , uno dei quali intento a suona r e un flauto. Il paesaggio che li circonda è collinare e distribuito su più piani prospettici. La composizione è arricchita da tocchi di oro. Per tipologia e modalità stilistiche l’opera si inserisce nella produzione castellana della seconda metà circa del secolo XVIII ; a lt. cm 21,5

  • TAZZINA TREMBLEUSE , CASTELLI D’ABRUZZO , METÀ DEL SECOLO XVIII...
    Lotto 61

    TAZZINA TREMBLEUSE , CASTELLI D’ABRUZZO , METÀ DEL SECOLO XVIII CIRCA
    in m aiolica decorata in policromia. La tazzina mostra la caratteristica forma a campana con basso piede ad anello. Il decoro interessa l’intera superficie del corpo con una raffigurazione di un viandante in un paesaggio montuoso. Per tipologia e modalità stilistiche l’opera si inserisce nella produzione castellana della metà circa del secolo XVII I; a lt. cm 7,4; diam. bocca cm 8; diam. p iede cm 4



  • PIATTO, MANIFATTURA DI CASTELLI, SECOLO XVIII in maiolica decorata in...
    Lotto 62

    PIATTO, MANIFATTURA DI CASTELLI, SECOLO XVIII
    in maiolica decorata in policromia con largo cavetto e ampia tesa su base piana priva di anello d’appoggio, decoro a policromia con Adamo ed Eva e i figli intenti alle attività terrene: la donna nutre ed accudisce i figli e l’uomo dissoda la terra. La tesa è decorata con putti, elementi architettonici e ghirlande fiorite, diam. cm 26,8, alt. cm 2,7


  • PIATTO, NAPOLI, FRANCESCO ANTONIO SAVERIO GRUE, 1727in maiolica decorata in...
    Lotto 63


    PIATTO, NAPOLI, FRANCESCO ANTONIO SAVERIO GRUE, 1727
    in maiolica decorata in policromia a gran fuoco con verde ramina, bruno di manganese, blu di cobalto, giallo antimonio e dorature, iscritto sulla tesa “ NEAPOLI An.1727” “ Dr. Fra. Ant. Xav. Grue pinxit” . Il corpo del grande piatto in terracotta è ricoperto da uno strato di smalto stannifero dal colore leggermente beigiato. Il retro presenta una finissima crettatura con molte pulci e punte di spillo. Tutto l’ornato è disegnato con una sottilissima linea bruno-arancio (ad esclusione delle fronde arboree e delle parti poi dipinte in blu). La tavolozza dei colori a gran fuoco mostra una scala cromatica dominata dal verde, che vede toni chiari dall’accento olivastro, e dal bruno con stesure beige molto chiare. Il bruno scuro del manganese disegna i dettagli e modella i volumi. Le vesti dei protagonisti portano un beige aranciato e blu chiaro. Lumeggiature auree profilano l’intero tessuto decorativo puntinando gli elementi della tesa, le ali e i tessuti dei putti, oltre ad arricchire tessuti e gioielli delle donne sedute al tavolo e, infine, le fronde fogliate. Il grande piatto tondo ha la tesa leggermente inclinata e l’orlo liscio, mentre la balza scende addolcendo il passaggio al fondo liscio. La tesa è riccamente decorata: l’orlo esterno è profilato con una sottile bordura blu accompagnata da filetti manganese, blu e giallo, la fascia maggiore della tesa vede, sul fondo giallo, quattro importanti elementi barocchi, a cartouche, dominati da conchiglie con ciuffi fogliati, fiori e frutti accompagnati da putti in movimento. I due più in alto sono a mezza figura in scorcio e quello a destra si mostra espressivo mentre gioca con un insetto. Altre “zanzare” abitano i piccoli spazi liberi della tesa. La scena vede protagoniste cinque persone sedute a tavola all’aria aperta davanti ad una locanda, mentre stanno mangiando, servite da due giovani osti: la ragazza con l’abito blu porge un piatto, mentre un giovane uomo versa il vino in un calice. Tre figure sedute ci voltano le spalle: un uomo, un ragazzino e una signora dalla veste arancio decorata con una puntinatura dorata. Davanti a lei vi è la donna più giovane: una ragazza elegante che sembra rivolgere serenamente il suo sguardo verso l’osservatore; le è accanto il giovane uomo sorridente che porge il proprio calice all’oste.

  • COPPIA DI PORTACERI, ITALIA SETTENTRIONALE, SECOLO XVIII in bronzo a patina...
    Lotto 64


    COPPIA DI PORTACERI, ITALIA SETTENTRIONALE, SECOLO XVIII
    in bronzo a patina chiara, fusto tornito su base circolare gradinata, alt. cm 29 (2)

  • BUSTO ACEFALO, SECOLO XVII in alabastro egiziano raffigurante senatore...
    Lotto 65

    BUSTO ACEFALO, SECOLO XVII
    in alabastro egiziano raffigurante senatore romano, caratterizzato da fibbia circolare sulla spalla desta a trattenere la veste e da medaglione al collo raffigurante testa di Medusa. Montato su base circolare di epoca posteriore, cm 47x44x20


  • OROLOGIO DA CAMINO, PALERMO, SECOLO XVIII di forma architettonica...
    Lotto 66

    OROLOGIO DA CAMINO, PALERMO, SECOLO XVIII
    di forma architettonica impiallacciato in tartaruga con profili in legno ebanizzato e applicazioni in bronzo dorato e vetro blu. Il cappello è decorato da quattro pinnacoli e centrato da figura femminile con fanciullo in bronzo dorato, mentre il quadrante è inserito su fondo in bronzo dorato elegantemente sbalzato a volute; quadrante principale con numeri romani per le ore e arabi per i minuti, quadrante secondario per la regolazione della suoneria, cm 64x50x16

  • COPPIA DI APPLIQUES, FINE SECOLO XVIII in bronzo dorato, modellate in forma...
    Lotto 67

    COPPIA DI APPLIQUES, FINE SECOLO XVIII
    in bronzo dorato, modellate in forma di cornucopia traboccante di fiori, da cui si dipartono due bracci sagomati; parte superiore abbellita da nastro con fiocco, alt. cm 52 (2)

  • SEI POLTRONE, PIEMONTE,FINE SECOLO XVIII in legno laccato e dorato, profili...
    Lotto 68

    SEI POLTRONE, PIEMONTE,FINE SECOLO XVIII
    in legno laccato e dorato, profili della seduta e dello schienale scolpiti a motivo di nastro ritorto, gambe troncoconiche scanalate con attacco a dado centrato da foglia stilizzata; seduta e schienale rivestiti in seta, alt. cm 90 (6)

  • CONSOLE, ROMA,FINE SECOLO XVIII in legno intagliato e dorato con piano...
    Lotto 69

    CONSOLE, ROMA,FINE SECOLO XVIII in legno intagliato e dorato con piano rettangolare in marmo bianco; fascia inquadrata da motivo a perline e decorata a racemi fogliacei alternati a palmette, centrata da volto femminile coronato di fiori; ai quattro angoli fiori entro riserve rettangolari, gambe troncoconiche scanalate decorate da foglie di acanto, cm 84x134x64

  • MARESCIALLA, PARIGI, FINE SECOLO XVIII in bronzo dorato, cassa quadrangolare...
    Lotto 70

    MARESCIALLA, PARIGI, FINE SECOLO XVIII
    in bronzo dorato, cassa quadrangolare gradinata nella parte superiore sorretta da quattro zampe ferine, presa ripiegabile sagomata a raffigurare due serpenti affrontati; fianchi decorati da due grandi fregi floreali applicati, inquadrati da festoni vegetali, che tornano anche sul fronte e sul retro in diverse posizioni. Sportello sul retro realizzato come un rosone di ispirazione gotica, finemente cesellato. Quadrante in smalto bianco con numeri arabi, firmato Le Roi & fils. S uona le ore, le mezze e i quarti. Silenziatore, cm 24,5x13,5x11,5

  • TAVOLO DA PARETE, FIRENZE, FINE SECOLO XVII in legno intagliato e dorato con...
    Lotto 71

    TAVOLO DA PARETE, FIRENZE, FINE SECOLO XVII
    in legno intagliato e dorato con piano rettangolare impiallacciato in marmo giallo di Siena. Supporto scolpito a motivi di grandi volute e vegetali con grembiale centrato sul fronte da mascherone e gambe anteriori in forma di figure femminili alate sormontate da cestini di frutta e terminanti in ghirlande con lunghe foglie; traversa a crociera mossa centrata da coppa, 88X171X84; il piano presenta un inserto in legno nella fascia posteriore di circa cm 6.

  • GRANDE SPECCHIERA, FIRENZE, ULTIMO QUARTO DEL XVIII SECOLO di forma sagomata...
    Lotto 72

    GRANDE SPECCHIERA, FIRENZE, ULTIMO QUARTO DEL XVIII SECOLO
    di forma sagomata con cornici in legno dorato, scolpito e intagliato con motivi vegetali; la cimasa sormontata da conchiglia con pennacchio e mascherone muliebre, sotto al quale sta un cesto pieno di fiori; cappello terminante alle estremità in grandi volute, sotto le quali si trovano profili di mascheroni barbuti, dai quali a loro volta scendono festoni di fiori attorcigliati alla cornice esterna e foglie a quella interna; grembiale centrato da mascherone femminile con fiori e foglie, zampe ferine con grandi volute e conchiglie rocaille sormontate da cestini di fiori e foglie, cm. 360X210; specchi della fascia esterna lievemente azzurrati; specchio centrale di epoca più tarda.

Lotti dal 49 al 72 di 180
Mostra
×

Importanti Mobili, Arredi e Oggetti d'Arte, Porcellane e Maioliche

Esposizione
FIRENZE
13-16 Novembre 2015
orario 10 – 13 / 14 – 19
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26

Sessioni

  • 19 novembre 2015 ore 15:30 Sessione Unica - dal lotto 1 al lotto 179 (1 - 179)