italiano|english
User: Pass: Accedi         MyArsValue       Registrati       Acquista i servizi
Ars Value

Sergio Ragalzi

(Torino 1951)
Aggiungi ai preferiti
per essere informato gratuitamente sulle opere proposte nelle Vendite online, in Asta, in Galleria e negli Atelier
Sei tu Sergio Ragalzi ?
Vuoi gestire questa pagina con le tue opere
e la tua biografia?

Vedi la demo

Opere a disposizione

I prezzi e le analisi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste) - Indici di mercato

In sintesi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)
Liquidità:

Volatilità:

Trend di breve:

Trend di medio:

Trend di lungo:


VALUTA UN'OPERA
Richiedi una stima
- Hai un'opera di Sergio Ragalzi
  Inseriscila nella tua collezione online

Eventi



Storia dell'arte

Opere di Sergio Ragalzi


Opere in vendita online


Nelle vendite online (servizio Vendite online)  non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Ragalzi

Opere nelle gallerie


Nelle gallerie d'arte presenti su ArsValue.com (servizio Gallerie) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Ragalzi

Opere nell'atelier


Negli atelier presenti su ArsValue.com  (servizio Atelier) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Ragalzi

Opere in archivio


Negli archivi presenti su ArsValue.com  (servizio Archivio) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Ragalzi

Opere nelle fiere


Nelle fiere presenti su ArsValue.com  (servizio Eventi) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Ragalzi


Biografia di Sergio Ragalzi

A Torino si forma in un ambito latamente esistenzialista, con aggiornamenti in direzione 'dark', espressi dalle tonalità tristi e funeree che caratterizzano gli esordi neoespressionisti della sua pittura. I primi soggetti sono icone postatomiche, campìte su neri bituminosi. I suoi intenti divergono criticamente da quelli del filone dell'arte povera. Introduce esperienze su segno e materia operate in ambito neoinformale. Si afferma perentoriamente nel contesto artistico italiano dalla metà degli anni '80. Tra le sue prime personali: 'Relitti sessuali' all'Attico di Roma nel 1984, con testo di E.Villa, 'Ombre atomiche' nel 1986 da Franz Paludetto a Torino, con testo di R.Fuchs. Le sue opere recitano laconici ma forti messaggi su un destino avvertito come tragicamente incombente; recano sagome di missili e di bombe, citano coppie umane ridotte all'inerzia nell'ombra; si incaricano di esibire presenze archetipiche ossessivamente ricorrenti di violento riscontro fisico e mentale. Le monumentali 'Sculture Ombra' presentate nel 1988 ancora all'Attico e le 'Farfalle notturne' nel 1989 alla galleria Fuxia di Verona confermano la dimensione paraprimitiva dell'immaginario del pittore che insiste con scarno essenziale linguaggio su pochi referenti emblematici. Nel 1990 Ragalzi realizza le 'Impronte kafkiane', esposte all'Attico di Roma, e gli 'Insetti' presentati da Cannaviello a Milano. Se le dimensioni delle tele che recano le impronte degli insetti sono già notevoli, quelle dell'istallazione nel sotterraneo della galleria milanese sono smisurate e conferiscono all'allestimento dell'ambiente un clima da incubo. Nel 1991 propone tre personali, a Genova, Lecco e Verona; nel 1992 alla Tauro Arte di Torino, sotto il titolo di 'Corpi' raccoglie in una rassegna antologica il lavoro dal 1985; nello stesso anno nuova mostra alla galleria Weber di Torino. Bibliografia: E.Crispolti, L.Beatrice (a cura di), 'Corpi', catalogo mostra di Torino 1992.


© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 1
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: NonDefinita
TipoLayoutDueRighe: Free