italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

Trento Longaretti

(Treviglio 1916)
Aggiungi ai preferiti
per essere informato gratuitamente sulle opere proposte nelle Vendite online, in Asta, in Galleria e negli Atelier
Sei tu Trento Longaretti ?
Vuoi gestire questa pagina con le tue opere
e la tua biografia?

Vedi la demo

Opere a disposizione

I prezzi e le analisi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste) - Indici di mercato

In sintesi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)
Liquidità:

Volatilità:

Trend di breve:

Trend di medio:

Trend di lungo:


VALUTA UN'OPERA
Richiedi una stima
- Hai un'opera di Trento Longaretti
  Inseriscila nella tua collezione online

Eventi



Storia dell'arte

Opere di Trento Longaretti


Opere in vendita online


Nelle vendite online (servizio Vendite online)  non sono attualmente presenti opere dell'artista Trento Longaretti

Opere nell'atelier


Negli atelier presenti su ArsValue.com  (servizio Atelier) non sono attualmente presenti opere dell'artista Trento Longaretti

Opere in archivio


Negli archivi presenti su ArsValue.com  (servizio Archivio) non sono attualmente presenti opere dell'artista Trento Longaretti

Opere nelle fiere


Nelle fiere presenti su ArsValue.com  (servizio Eventi) non sono attualmente presenti opere dell'artista Trento Longaretti


Biografia di Trento Longaretti

Nasce a Treviglio nel 1916. Conclusi gli studi preliminari, frequenta il Liceo Artistico di Brera a Milano. Conseguito il diploma liceale, si iscrive alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e all’Accademia di Brera.
Opta definitivamente per l’Accademia.
E’ allievo di Aldo Carpi, maestro di qualità unanimemente riconosciute. Tra maestro e allievo si instaura, e cresce nel tempo, un rapporto morale e affettivo di inscindibile reciprocità. Compagni di corso sono Cassinari, Bergolli, Badodi, Morlotti, Dobrzansky, Valenti, Kodra.
Manifesta doti di personalità matura e autonoma sin dagli anni d’Accademia: testimonianze di Carpi, Morlotti, Carrà, Piovene.
Inizia ad esporre nel ‘36, partecipando ai “Littoriali dell’Arte” e a mostre collettive a Milano, Genova e Bergamo. Nel ‘39 vince il Premio Mylius e il Premio Stanga. Frequenta l’ambito di “Corrente”, partecipa e assimila le esperienze dei protagonisti, Guttuso, Morlotti, Birolli, Sassu, Vedova.
Conclusi nel ‘39 gli studi all’Accademia di Brera, è chiamato alle armi e inviato in Slovenia, Sicilia e Albania.
Nel ‘42 è invitato alla Biennale di Venezia e, nello stesso anno, partecipa alla “Mostra degli Artisti in armi” a Roma, Palazzo delle Esposizioni.
Esordisce in mostra personale nel ‘43 a Bergamo, Galleria la Rotonda, con presentazione in catalogo di Raffaello Giolli.
Nel ‘45 riprende l’attività artistica, si dedica alla realizzazione d’opere d’arte sacra e all’insegnamento. Nel ‘48, nel ‘50 e nuovamente nel ‘56 partecipa alla Biennale di Venezia. Nel ‘52 è invitato alla Quadriennale Nazionale di Roma. Nel ‘53 vince il Concorso nazionale per la Direzione dell’Accademia Carrara di Bergamo e relativa Cattedra di Pittura. Succede in carica a Achille Funi.
Dirige l’Accademia nell’arco di venticinque anni e spontaneamente lascia l’incarico nel ‘78.
Coniuga l’intensità di impegno nell’attività didattica alla libera professione, realizza importanti opere d’arte sacra conservate in Vaticano, nel Duomo di Milano, nella Basilica di Sant’Ambrogio in Milano, nel Duomo di Novara, nella Galleria d’Arte Sacra Contemporanea in Milano, in molte Chiese e Istituzioni in Italia e all’estero.
E’ invitato ad allestire mostre personali e antologiche in Musei e Istituzioni di grande rilievo in Italia e all’estero.
Sue opere sono conservate presso musei ed enti pubblici in Milano, Galleria d’Arte Moderna, Museo della Permanente, Gallarate, Galleria d’Arte Moderna, Piacenza, Galleria Ricci Oddi, Bergamo, Pinacoteca Carrara, Treviglio, Museo Civico, Città del Vaticano, Musei Vaticani, Basilea, Museo d’Arte Moderna, Hamilton, Galleria d’Arte Moderna.
La rassegna stampa inerente articoli e saggi a lui riferiti decorre dal 1935 e prosegue con continuità. Numerosi i volumi monografici e di analisi critica dedicati, a partire dal 1958, alla sua attività.




© ArsValue 2000-2013 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free