italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

Karel Appel

(1921 - 2006)
Aggiungi ai preferiti
per essere informato gratuitamente sulle opere proposte nelle Vendite online, in Asta, in Galleria e negli Atelier

Opere a disposizione

I prezzi e le analisi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste) - Indici di mercato

In sintesi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)
Liquidità:

Volatilità:

Trend di breve:

Trend di medio:

Trend di lungo:


VALUTA UN'OPERA
Richiedi una stima
- Hai un'opera di Karel Appel
  Inseriscila nella tua collezione online

Eventi



Storia dell'arte

Opere di Karel Appel


Opere in vendita online


Nelle vendite online (servizio Vendite online)  non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel

Opere nelle aste


Nei cataloghi delle aste (servizio Aste) non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel

Opere nelle gallerie


Nelle gallerie d'arte presenti su ArsValue.com (servizio Gallerie) non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel

Opere nell'atelier


Negli atelier presenti su ArsValue.com  (servizio Atelier) non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel

Opere in archivio


Negli archivi presenti su ArsValue.com  (servizio Archivio) non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel

Opere nelle fiere


Nelle fiere presenti su ArsValue.com  (servizio Eventi) non sono attualmente presenti opere dell'artista Karel Appel


Biografia di Karel Appel

Karel Appel nasce ad Amsterdam nel 1921.
Studia alla Rijksakademie di Amsterdam.
Si interessa d'apprima alla pittura francese moderna. Successivamente si muove alla ricerca di nuove modalità espressive.
Nel 1948 dà vita con Constant e Corneille al gruppo "Reflex".
Sempre nel 1948, a Parigi, Karel Appel fonda "COBRA" con Constant, Corneille, Asger Jorn e Pierre Alechinsky. Il gruppo, che raccoglie artisti provenienti da Copenhagen, Bruxelles e Amsterdam, propone una rilettura dell'espressionismo in chiave informale e ironica, in netto contrasto col rigore e l'ordine di correnti razionaliste come De Stijl.
Nel 1950 Appel si trasferisce a Parigi. Qui conosce il critico Michel Tapié. Partecipa così a manifestazioni come Art Autre e Salon de Mai.
Nel 1953 espone al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles.
Nell'estate del 1954 è ad Albisola, dove si impratichisce con la tecnica della ceramica. Nel 1955 espone allo Stedelijk Museum di Amsterdam, nel 1957 all'Institute of Contemporary Art di Londra. Lo stesso anno realizza le vetrate della della Paaskerke a Zaandam.
Nel 1959 Karel Appel vince il Premio Internazionale per la Pittura alla Biennale di Saõ Paulo. L'anno successivo vince quello della Guggenheim International Exhibition.
Nel 1961 espone presso i musei di Basilea, Eindhoven, L'Aia, San Francisco e Phoenix. Contemporaneamente viene presentato il film La réalité de Karel Appel, diretto da Jan Frijman con musiche di Dizzy Gillespie.




© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free