italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

Pietro Annigoni

(Milano 1910 - Firenze 1988)
Aggiungi ai preferiti
per essere informato gratuitamente sulle opere proposte nelle Vendite online, in Asta, in Galleria e negli Atelier

Opere a disposizione

I prezzi e le analisi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste) - Indici di mercato

In sintesi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)
Liquidità:

Volatilità:

Trend di breve:

Trend di medio:

Trend di lungo:


VALUTA UN'OPERA
Richiedi una stima
- Hai un'opera di Pietro Annigoni
  Inseriscila nella tua collezione online


Storia dell'arte

Opere di Pietro Annigoni


Opere in vendita online


Nelle vendite online (servizio Vendite online)  non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni

Opere nelle aste


Nei cataloghi delle aste (servizio Aste) non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni

Opere nelle gallerie


Nelle gallerie d'arte presenti su ArsValue.com (servizio Gallerie) non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni

Opere nell'atelier


Negli atelier presenti su ArsValue.com  (servizio Atelier) non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni

Opere in archivio


Negli archivi presenti su ArsValue.com  (servizio Archivio) non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni

Opere nelle fiere


Nelle fiere presenti su ArsValue.com  (servizio Eventi) non sono attualmente presenti opere dell'artista Pietro Annigoni


Biografia di Pietro Annigoni

Pietro Annigoni, nato a Milano nel 1910, morto a Firenze nel 1988, esprime giovanissimo grandi doti di disegnatore. Dal 1925 è a Firenze dove dall'anno successivo studia all'Accademia Belle Arti sotto la guida di F.Carena, G.Graziosi, C.Celestini acquisendo tecnica sicura. Nel 1931 vince il premio D.Trentacoste. espone in personale per la prima volta nel 1932, apprezzato da De Chirico. Si diploma nel 1933. Nei frequenti viaggi in Europa il pittore, nel clima Neue Sachlickeit, accosta la grande lezione del Rinascimento nordico. La tecnica d'elezione di quel periodo è la tempera grassa e opere di tale periodo sono firmate "Canonicus". È incluso da Ugo Ojetti nella Mostra d'arte italiana a Parigi nel 1935. Nel 1936, in occasione di una nuova personale, la Galleria d'arte moderna di Milano gli acquista un'opera. Lavora su temi religiosi e allegorici. Tra 1938 e 1941 realizza a fresco per la chiesa del convento di San Marco di Firenze una Deposizione con Santi e tra 1938 e 1953 la tela La strada verso il sermone della montagna. Nel 1946 espone alla V Quadriennale di Roma coi fratelli Bueno e con Gregorio Sciltian sul tema comune del manichino metafisico e coi colleghi fonda nel 1947 il Gruppo dei Pittori moderni della Realtà. Le raffinatezze tecniche della sua pittura sono ammirate nei paesi anglosassoni. A Londra lavora gran parte dell'anno a partire dal 1950 fino al 1970 e vi si afferma come ritrattista: è il ritratto della Regina Elisabetta II (1954-55) che porta il pittore alla ribalta internazionale. esegue altri ritratti per i reali inglesi, per la Maharani di Jaipur, per lo Scià di Persia. La rivista Time gli commissiona 5 copertine (dedicate a Kennedy, Johnson, Harold Wilson, Erhard, Papa Giovanni XXIII).Nuovo ritratto della Regina Elisabetta, in più contrastate cromìe, per la National Portrait Gallery nel 1969. Mostra retrospettiva in America. Nel 1977 esce a Londra la monografia Pietro Annigoni: una vita d'artista a firma R.Wraight. Rientrato in Italia esegue ampi cicli di affreschi per la chiesa di Ponte Buggianese, per l'Abbazia di Montecassino e per la Basilica del Santo a Padova (Il ritorno del figliol prodigo). Nel 1984, alla Sala d'arte di palazzo Vecchio in Firenze, la mostra a cura di P.Goggioli I pittori moderni della realtà rievoca l'attività del gruppo suddetto tra 1947 e 1949. Di G.Segato il volume dedicato agli affreschi nella basilica antoniana Annigoni al Santo, Padova 1985. Mostra personale nel 1987 alla Galleria la Gradiva di Roma, con testo in catalogo di M.Fagiolo dall'Arco. È tra gli artisti invitati da V.Sgarbi nel 1988 alla rassegna milanese alla Permanente Vitalità della figurazione: pittura italiana 1948-1988. Nell'ultimo anno di vita dipinge paesaggi in Versilia. Esce postuma nel 1989 la monografia a firma di A.Poppi Annigoni al Santo: un cammino per la conquista della fede dedicata al ciclo di affreschi padovani. Nello stesso anno l'artista viene celebrato con un'ampia mostra a Mirandola. Bibliografia: F.Caroli: Annigoni, catalogo mostra Comune di Mirandola, 1989; L.Pellizzari, Annigoni. Il periodo inglese, Roma 1992.


© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free