italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

Sergio Alberti

(Pavia 1944)
Aggiungi ai preferiti
per essere informato gratuitamente sulle opere proposte nelle Vendite online, in Asta, in Galleria e negli Atelier
Sei tu Sergio Alberti ?
Vuoi gestire questa pagina con le tue opere
e la tua biografia?

Vedi la demo

Opere a disposizione

I prezzi e le analisi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)

In sintesi

(I dati si riferiscono al mercato italiano delle aste)
Liquidità:

Volatilità:

Trend di breve:

Trend di medio:

Trend di lungo:


Richiedi una stima
- Hai un'opera di Sergio Alberti
  Inseriscila nella tua collezione online


Storia dell'arte

Opere di Sergio Alberti


Opere in vendita online


Nelle vendite online (servizio Vendite online)  non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti

Opere nelle aste


Nei cataloghi delle aste (servizio Aste) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti

Opere nelle gallerie


Nelle gallerie d'arte presenti su ArsValue.com (servizio Gallerie) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti

Opere nell'atelier


Negli atelier presenti su ArsValue.com  (servizio Atelier) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti

Opere in archivio


Negli archivi presenti su ArsValue.com  (servizio Archivio) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti

Opere nelle fiere


Nelle fiere presenti su ArsValue.com  (servizio Eventi) non sono attualmente presenti opere dell'artista Sergio Alberti


Biografia di Sergio Alberti

Sergio Alberti (Pavia 1944) apprende le tecniche del marmo a Massa Carrara e si forma ai corsi di Francesco Messina e di Marino Marini all'Accademia di Brera dove si diploma nel 1967 premio 'Canonica' per la scultura. Frequenta nel contempo l'Ecole des Beaux Arts di Parigi dove ha contatti con protagonisti delle ricerche internazionali. Espone dal 1964, selezionato al premio 'Rancati' presso la Galleria d'arte moderna di Milano. Prima personale a Pavia nel 1973. È selezionato al Premio Diomira e premiato al concorso nazionale per il monumento alla Resistenza a Stradella nel 1975. Personali a Vigevano e a Pavia, con presentazione di R.Bossaglia nel 1979. Partecipa a Scultura a Desio a cura di R.Sanesi. Nel 1980 espone all'Istituto italiano di cultura di Stoccolma, alla mostra itinerante Arte e ambiente in centri del Pavese e tiene una personale a Como, presentato da L.Caramel. Nel 1981 partecipa alla mostra Lombardia vent'anni dopo, a cura di R.Bossaglia e S.Zatti al Castello Visconteo di Pavia; nel 1982 a Scultura oggi a Voghera, a cura di R.Sanesi; nel 1983 personali alla Galleria Montrasio di Monza, con testo di G.Mascherpa, e a L'Angolo di Piacenza, con testo di M.Ghilardi; un'opera alla 3a Biennale d'arte sacra contemporanea a cura di G. Mascherpa e S.Orienti, presso il Ridotto del Teatro di Reggio E. e presso il Centro San Fedele di Milano nel 1983; nel 1984 opere a Un percorso lombardo, a cura di A. Crespi ai chiostri di S.Pietro in Monza; gioielli a Disegnare l'oro al Castello di Sartirana Lomellina; un gruppo di opere all' Internazionale d'arte contemporanea di Milano nel 1987; nel 1988 espone a La materia e l'umano a cura di R.Barletta a Palazzo Terragni di Lissone; nel 1989 personale da Montrasio di Monza, con testo di R.Bossaglia; grandi bronzi a Scultura: un percorso a Milanoarte al Palazzo della Permanente nel 1989 e 1990; nel 1991 personale al Chiostro di Saronno con testo di F.de Santi; nel 1993 personale alla galleria Carini di Milano con testo di G.Anzani; nel 1996 personale al Collegio universitario Cairoli in Pavia con testo di S.Zatti; personale al Museo Archeologico di Milano nel 1997. Tra le rassegne di gruppo recenti: Scultura e colore e Segno e disegni della scultura presso il Castello Visconteo di Pavia e il Museo d'arte moderna di Gazoldo degli Ippoliti; Il giardino della scultura a Monza nel 1997; Dialogo fra generazioni: mezzo secolo di scultura italiana ai Giardini Malaspina in Pavia nel 1999. Ha realizzato nel 1987 una grande scultura per il centro storico di Monza; le porte in bronzo delle parrocchiali di Sommo Lomellina nel 1970-71 e di Montù Beccaria nel 1998-2000; la medaglia celebrativa del 50° del Collegio Cairoli nel 1999. Cura lo studio e il progetto Ritratto di un territorio circa i nessi tra immagine ambientale e opera d'arte. È la poetica del frammento che caratterizza l'approccio alle forme, di figura umana agli esordi dell'attività, in seguito naturalistiche, ipotizzate come reperti archeologici, individuati come sedimentazione di strati profondi e da ultimo come eventi strutturali. Lo scultore opera direttamente sulla cera per esiti di forte immediatezza, curando poi con perizia il cesello della fusione. Esegue esclusivamente esemplare unici fondendo in bronzo a cera persa. Bibliografia: A.Arslan, R.Bossaglia, Sergio Alberti: archeologia della natura e della storia, Milano 1997.


© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free