italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

SCULTURA IN PIETRA
La scultura in pietra, di millenaria tradizione, si è allontanata dalla figurazione solo nel XX secolo ad opera di Henry Moore e di Barbara Hepworth. Se agli utensili tradizionali si sono affiancati quelli elettropneumatici, le tecniche sono rimaste tuttavia quelle tradizionali anche per le ricerche formali contemporanee. Sono a tutt’oggi impiegati alabastro, ardesia, arenaria, calcare, granito, marmo, steatite. Si ricorre a blocchi di gesso facilmente lavorabili e di argilla, privata dello strato esterno. Tra i materiali non tradizionali: cemento e calcestruzzo cellulare. Si impiegano martelli di ferro, utensili di acciaio temprato con punte al carburo di tungsteno per i graniti. Si esegue la sgrossatura con bocciarda, martelli, subbia e varie punte fino ad approssimarsi alla finitura. Le superfici sono modellate mediante scalpelli, unghielli, mazzuolo, raspe, lime diritte e curve. La pietra si scava con scalpelli e martelli, si fora col trapano, si taglia in blocchi con seghe elettriche. Utensile e pietra devono essere tenuti bagnati. Il lavoro di finitura si realizza con smerigliatrice o levigatrice elettrica che utilizza carte abrasive di diversa grana e tampone per la lucidatura. I blocchi di gesso adatti da scolpire si formano nel volume di contenitori in cartone nel quale si versa una mescolanza di acqua e polvere di gesso giunta a consistenza adeguata. Il contenitore, previamente spalmato di vaselina o sapone, è eliminato dopo l’essicazione del blocco.
© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free