italiano|english
User : Pass : Accedi 
MyArsValue  |   Registrati  |   Acquista i servizi
Ars Value

POP ART
Nata in Gran Bretagna alla metà degli anni ´50 nell´ambito dell´Independent Group di artisti dell´Institute of Contemporary Art di Londra, la Popular Art si diffuse a partire dal 1960 negli Stati Uniti e in seguito ebbe influenza sul lavoro di alcuni aristi europei. Si proponeva di liberare l´operazione artistica dal carattere d´esperienza soggettiva servendosi dei mezzi d´espressione di massa. Si basa su matrici dada e surrealiste. In Italia verifica l´interesse di artisti come Gianfranco Baruchello, Ugo Nespolo e degli esponenti già attivi a Roma in ambito New Dada: Mario Schifano, Giosetta Fioroni, Tano Festa, Franco Angeli, Titina Maselli, a Milano Valerio Adami e Emilio Tadini. Collegati alla Pop Art sono alcuni aspetti della Nuova Figurazione.

Nella rassegna a cura di R.Bossaglia e S.Zatti al Castello Visconteo di Pavia nel 1983 si riconoscevano tra gli antesignani per l´Italia: Renato Guttuso, Giannetto Fieschi, Fabio Mauri e l´attività degli anni ´60 milanesi di Floriano Bodini, Bepi Romagnoni, Mino Ceretti, Tino Vaglieri, Gianfranco Ferroni, Giuseppe Guerreschi. Tra gli interpreti in senso stretto si indicavano: Titina Maselli, Enrico Baj, Mimmo Rotella, Concetto Pozzati, Antonio Recalcati, Cesare Peverelli, Angelo Titonel, Lucio Del Pezzo, Aldo Mondino, Domenico Gnoli, Franco Angeli, Tano Festa, Mario Schifano, Giosetta Fioroni, Valerio Adami, Emilio Tadini, Mario Ceroli, Ugo Nespolo, Renato Mambor, Michelangelo Pistoletto, Dino Boschi, Elio Mariani, Umberto Mariani, Gianni Bertini, Giuseppe Albertini, Pippo Spinoccia, Renzo Vespignani, Sergio Sarri, Giangiacomo Spadari, Fernando De Filippi, Paolo Baratella e Emilio Vedova.

© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 2
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: Banner4
TipoLayoutDueRighe: Free